Documentazione
Torna al sito web >

Parametri all'avvio di EULANDA

Il programma EULANDA® può essere avviato in diversi modi. Oltre ai parametri della riga di comando, è supportato un file di configurazione locale per il programma principale, eulanda.ini.

File di configurazione eulanda.ini

Nel file eulanda.ini è possibile immettere le impostazioni di tutti i client. Il file non è necessario per il funzionamento di EULANDA®, poiché i parametri con i valori predefiniti sono di solito completamente sufficienti. Il file eulanda.ini è previsto nella stessa cartella del programma principale eulanda.exe.

 

Time-out

La sezione time-out può essere utilizzata per impostare i valori per i diversi timeout. Questo è il tempo in cui il programma principale attende una risposta dal server SQL prima di terminare l'azione richiesta con un messaggio di errore.

Litigio

[Timeout]
SqlAction= 60
ReportBuilder= 1200
DefCommandTimeout=30

Descrizione dei parametri per i time-out

SqlAzione
 
Valore

predefinito = 60
Questo valore determina il tempo dopo il quale una delle funzioni del server nel menu Extra deve essere interrotta se non viene ricevuta alcuna risposta dal server SQL. Oltre alle funzioni di conversione per gli ordini, queste sono anche le funzioni di copia.
60 è il valore predefinito per i secondi. Aumentare questo valore solo con cautela, perché se si verifica un errore, sarà segnalato solo dopo questo tempo.
Generatore di report

Valore predefinito = 1200

Questo valore determina il tempo dopo il quale un lavoro di stampa deve essere terminato se non viene ricevuta alcuna risposta dal server SQL. Ciò vale in particolare per il recupero dei dati. Per dati esaurienti e statistiche complesse può essere necessario aumentare il valore. Tuttavia, a 20 minuti (=1200 secondi) è di solito sufficientemente alto.

Timeout di disinserimento

Timeout per alcuni comandi standard. (Dalla versione 3.0 di EULANDA®)

 

Generale

Litigio

[Generale]
UseSinglePrintIDs=1


Descrizione dei parametri per General

UseSinglePrintIDs
 
Valore predefinito = 1

Questo valore migliora l'elaborazione SQL per i report di tipo "SingleObject".
Secondo lo stato attuale delle conoscenze, non c'è motivo di disattivare questa ottimizzazione.

 

assegni

La sezione Controlli consente di impostare i controlli per i log SQL o le impostazioni del firewall.

litigio

[Controlli]
ForceSqlClientProtocol= 1
ForceSqlServerProtocol= 1
ForceOpenFirewallPortForSql= 1
CheckLastBackup=7
VerifyCertificates=1
VerifyCertificatesExpired=1
AdminWarning=1

Descrizione dei parametri per i controlli

Protocollo ForceSqlClient
 
Valore di default = 1

Questo valore determina se il protocollo client SQL "TCP" è attivo all'avvio del programma. Se il protocollo TCP non è attivo, si tenta di attivarlo.
Se l'utente connesso non dispone di diritti sufficienti per il registro e per HKEY_LOCAL_MACHINE, il registro non può essere impostato automaticamente. In questo caso l'amministratore deve impostare il protocollo TCP per il client SQL tramite il menu destro del mouse del menu di avvio di EULANDA® , come descritto nel paragrafo Installazione della rete.
L'impostazione del valore"0" non esegue alcun controllo. L'omissione completa del valore corrisponde al valore di default.
Protocollo ForceSqlServer
 
Valore di default = 1

Questo valore determina se il protocollo SQL server "TCP" è attivo all'avvio del programma. Se sul PC di esecuzione è installato un server MSSQL e il protocollo TCP non è attivo, il sistema tenta di attivarlo.
Se l'utente connesso non dispone di diritti sufficienti per il registro e per HKEY_LOCAL_MACHINE, il registro non può essere impostato automaticamente. In questo caso l'amministratore deve impostare il protocollo TCP per il server SQL tramite il menu destro del mouse del menu di avvio di EULANDA® , come descritto nel paragrafo Installazione della rete.
L'impostazione del valore"0" non esegue alcun controllo. L'omissione completa del valore corrisponde al valore di default.
ForzaApriFirewallPortForSql

Valore di default = 1

Questo valore determina se il firewall viene controllato all'avvio del programma se viene aperta la porta 1433, necessaria per la comunicazione con il server SQL. Se sul PC in esecuzione è installato un server MSSQL e il protocollo TCP non è attivo, si tenta di attivarlo per la LAN interna, cioè di aprirlo. Questa impostazione è necessaria per Windows® XP SP2 o superiore con Windows Firewall integrato.
Se l'utente connesso non ha sufficienti diritti sul registro e su HKEY_LOCAL_MACHINE, la porta non può essere aperta automaticamente. In questo caso, l'amministratore deve rilasciare manualmente la porta per il server SQL. Questo viene fatto nel Pannello di controllo sotto "Windows Firewall" ed è descritto nella sezione Installazione di rete.
L'impostazione del valore"0" non esegue alcun controllo. L'omissione completa del valore corrisponde al valore di default.
CheckLastBackup
(da 4.3.x)
 
Valore predefinito = 7

All'avvio di un client, EULANDA avvisa se l'ultimo backup è stato eseguito più di un giorno prima.
Queste informazioni vengono lette dal database SQL "msdb". Se non esiste un'autorizzazione di lettura per questo database, non viene emesso alcun messaggio di errore. Per verificare se il rilevamento funziona correttamente, è possibile immettere TEST come valore. In questo caso, viene sempre inviato un messaggio.

Per disattivare il test, è possibile specificare NOCHECK.
Verifica
Certificati (da 4.3.x)

Valore di default = 1

All'avvio del programma, il sistema verifica se il programma EULANDA è firmato digitalmente. Se il certificato manca in EULANDA.EXE, è molto probabile che il programma sia infettato da un virus e che venga visualizzato

un messaggio di errore: "Il programma avviato (*.exe) non è firmato digitalmente! Un certificato mancante indica un'infezione virale. Controllate immediatamente il vostro PC con uno scanner antivirus aggiornato, che dovrebbe sempre essere avviato da un'unità CD".

Anche la manutenzione a distanza supportata da EULANDA è firmata digitalmente. Se la manutenzione remota viene appena scaricata da Internet o utilizzata dalla cache del registro, viene verificato anche il contenuto del certificato. Se manca il certificato, la manutenzione a distanza non viene avviata.

Verifica
Certificati Scaduti (da 4.3.x)

Valore predefinito = 1

Per impostazione predefinita, il sistema verifica se il certificato trovato non è ancora scaduto. Se si immette"0", questo controllo non è valido per una data valida.
Avvertenza
di amministrazione (da 4.3.x)
Valore predefinito = 1 Non

appena l'utente dispone dei diritti di amministrazione SQL, normalmente viene inviato un messaggio che informa che è il proprietario del database e che in ultima analisi può bypassare tutti i controlli (ad esempio, modificare i prezzi finali della fattura). Con il valore 0 questa avvertenza può essere soppressa.

 

EulandaProtocolCache

Parametro [EulandaProtocolCache]
NoCache=0

Descrizione dei parametri per EulandaProtocolCache

NoCache
Default =

0 L'utilizzo di un sofisticato sistema buffer (cache) accelera in modo significativo l'esecuzione di brevi informazioni e di altre funzioni di Eulanda basate su HTML.
La cache è abilitata di default (valore = 0)Lo spegnimento della cache (valore = 1) è utile durante la fase di sviluppo delle home page personalizzate (homepage di Eulanda) ecc.


BlobCache

In questa sezione è possibile modificare le impostazioni di base della cache degli oggetti EULANDA.


Litigio

[BlobCache] CacheSize=20000
MaxSmallBlobs=2000

Descrizione dei parametri di BlobCache

CacheSize
Valore predefinito = 10240

La dimensione massima della cache dell'oggetto. Quando il limite viene superato, gli elementi utilizzati di rado vengono rimossi dalla cache.
MaxSmallBlobs
Valore predefinito = 10000

Il numero massimo di elementi più piccoli che richiedono meno di 100 byte.

 

Buccia

A partire da EULANDA® Versione 2.0 è possibile adattare la skin (= skin), vale a dire il design del menu di avvio. Una skin è un layout progettato dai designer e fornito in un formato leggibile da EULANDA®.

Un file skin alternativo con estensione ".cnskn" può essere specificato tramite il file eulanda.ini.

Oltre al layout integrato del menu di avvio, EULANDA® ha anche un layout semplice che consente una struttura rapida dello schermo ed è appositamente progettato per l'uso con il terminal server o con la console remota. Il rilevamento di una sessione di terminale è automatico, in modo che il passaggio al layout più semplice ma più veloce è automatico. Tuttavia, il file eulanda.ini può anche essere usato per specificare che il layout grafico deve essere usato anche nelle sessioni di terminal server.

Suggerimento

Notare che quando si rinomina il programma principale, eulanda.ini è identico per tutti i programmi EULANDA® nella stessa cartella. Per ottenere skin diverse per file EXE diversi, il programma principale dovrebbe essere copiato in cartelle diverse, oppure le skin dovrebbero essere memorizzate con il nome del programma principale nella cartella EXE con l'estensione ".cnskn".
Le skin possono essere utilizzate per visualizzare diverse versioni di EULANDA® in diverse cartelle.
 
 
Litigio

[Skin]
Nome file = Kromo
IgnoreTerminalserver= 1
LargeItems=1

 
Descrizione dei parametri per Skin
 
nome file
 
Predefinito =Predefinito

La specificazione di "Default" equivale all'omissione del nome. In questo caso si utilizza la skin grafica interna.
Se si desidera una skin diversa da quella integrata, il nome del file della skin può essere fatto senza percorso ed estensione del file. In questo caso il file skin si trova nella cartella del programma principale eulanda.exe con l'estensione ".cnskn".

Esempio 1 Nome
file= Kromo
In alternativa, è possibile specificare anche l'estensione del file.

Esempio 2
Nome file = Krono.cnskn
Se il file skin non viene salvato nella cartella principale del programma, è possibile specificare il nome del file con un percorso completo. Per le reti, è necessario utilizzare l'UNC erverhare ecc. e non le informazioni sull'unità, in quanto la mappatura dell'unità dipende dalle workstation e può quindi essere diversa.

Esempio 3
: Nome file = TSERVERrogulandaromo.cnskn

Esempio 4
: Nome file = Terminal Server
Nell'esempio 4 è riportato uno pseudoschino. Qui viene sempre utilizzata la semplice skin di testo. In questo caso il file non è necessario in quanto si tratta di uno pseudoskin.
Ignora Terminal Server

Valore predefinito = 0

Questo valore specifica che la skin completamente grafica deve essere utilizzata anche per una sessione riconosciuta tramite il terminal server o la console remota.

Esempio
IgnoreTerminalserver= 1
In questo esempio, la sessione del terminal server viene ignorata e viene utilizzata la stessa skin utilizzata per una normale sessione della console.
Articoli grandi

Valore predefinito = 0

Questo valore indica che le voci del menu client nel menu di avvio sono visualizzate con un carattere significativamente più grande.
Esempio
LargeItems= 1
In questo esempio, il carattere per i nomi dei client viene visualizzato più in alto nel menu Start.

 

Se non vi è alcuna voce nel file eulanda.ini, è possibile specificare una skin alternativa specificando il programma principale. Se il programma principale si chiama "eulanda.exe", viene utilizzato il file "eulanda.cnskn" nella stessa cartella se non vi è alcuna voce ini.

Questo consente di utilizzare skin diverse per nomi EXE diversi nella stessa cartella.
 
 

Diffuse

Ulteriori impostazioni di sistema

Parametro

[comune]
StartupClient=Mustermann
Blobexe=1
StartupShowLibErrors=0
RegisterGraphicFiles=1
SplashScreenOnTop=1
SplashScreenPosition=CC
 
StartupClient
disponibile a partire da 3.0

Valore predefinito = (vuoto)

Il client specificato viene richiamato automaticamente all'avvio del programma senza che venga visualizzato il menu Start. Ciò corrisponde al parametro della riga di comando"-m", in cui viene data priorità al parametro della riga di comando.
BlobExe

Valore di default =

1
Determina se Eulanda.exe deve essere importato nel database all'avvio. Si raccomanda vivamente di non disattivare questa opzione.
StartupShowLibErrors

Valore

predefinito = 0
mostra i possibili errori di script nelle librerie di script all'avvio di EULANDA. Questa opzione è destinata principalmente agli sviluppatori.
File grafici RegisterGraphic
disponibili dal 3.5

Valore di default =

1
Specifica se Eulanda.exe si registra come applicazione aggiuntiva per i formati di file grafici supportati in Windows. Se non lo si desidera, immettere qui il valore "0".
SplashScreenOnTop
disponibile dal 4.0

Valore di default =

1
Specifica che il grafico (splash screen) che viene visualizzato quando il client viene inizializzato è sempre posizionato in primo piano. Se non lo si desidera, immettere il valore "0".
SplashScreenPosition
disponibile a partire da 4.0

Valore predefinito =

CC
Determina dove posizionare lo schermo di protezione sul monitor LCD. La prima lettera determina la posizione verticale (T=Top, C=Centro, B=Basso); la seconda lettera determina la posizione orizzontale (L=Sinistra, C=Centro, R=Destra).
Ignora
collazione disponibile da 4.3

Valore

predefinito = 0
Determina se il controllo dell'ordinamento del server SQL deve essere eseguito all'avvio del client. La corretta impostazione dell'ordinamento è fondamentale per il corretto flusso del programma. Il test deve pertanto essere disinserito con cautela.

 

PDF

Consente di controllare se e quali font devono essere incorporati nel documento PDF. Questa impostazione è disponibile nella versione 3.0 di Eulanda ed è applicabile solo per la generazione interna di PDF.

Litigio

[PDF]
AutoEmbedFont=0
FontsToEmbed=nessuno

Descrizione dei parametri per PDF

FontsToEmbed
Default = Lista Ariale

di font separati da punti e virgola
AutoEmbedFont

Valore di default = 1

 

Procura

Consente di controllare se per le chiamate via Internet deve essere utilizzato uno speciale server proxy. Per impostazione predefinita, non è necessario immettere nulla, poiché EULANDA utilizza automaticamente le impostazioni dell'Explorer.

 

Litigio

[Proxy]
ProxyHttpHost= ProxyHttpsHost=
ProxyFtpHost=
ProxyHttpPort=
ProxyHttpsPort= ProxyFtpPort=
ProxyForceAccount=
ProxyUsername=
ProxyPassword=

 

Descrizione dei parametri per il Proxy

ProxyHttpHost
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore) Qui è possibile immettere

il numero IP di un server proxy responsabile del protocollo HTTP. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.
ProxyHttpsHost
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore) Qui è possibile immettere

il numero IP di un server proxy responsabile del protocollo HTTPS. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.
ProxyFtpHost
disponibile dal 4.3

Valore di default = (senza valore)

Qui è possibile immettere il numero IP di un server proxy responsabile del protocollo FTP. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.

ProxyHttpPort
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore)

Qui è possibile immettere il numero di porta di un server proxy responsabile del protocollo HTTP. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.
ProxyHttpsPort
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore)

Qui è possibile immettere il numero di porta di un server proxy responsabile del protocollo HTTPS. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.
ProxyFtpPort
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore) Qui è possibile immettere

il numero di porta di un server proxy responsabile del protocollo FTP. Se il valore è mancante, viene utilizzata l'impostazione Internet Explorer.
Nome proxy
disponibile da 4.3

Valore predefinito = (senza valore)Se il server proxy richiede l'autenticazione, il nome utente può essere memorizzato qui. Poiché il nome utente è qui memorizzato in testo normale, si sconsiglia di effettuare questa immissione.
ProxyPassword
disponibile dal 4.3

Valore predefinito = (senza valore)Se il server proxy richiede l'autenticazione, la password può essere memorizzata qui. Poiché il nome utente è qui memorizzato in testo normale, si sconsiglia di effettuare questa immissione.
Conto ProxyForce
Nella pianificazione

Valore predefinito = (senza valore)Se il server proxy richiede l'autenticazione, è possibile richiedere il nome utente e la password una volta all'avvio del programma, in modo che l'utente possa inserire i propri dati senza salvarli.

 

Server SQL

Litigio

[sqlserver]
ValidInstanceNames=eulanda*;SQLEXPRESS;MSSQL*

 

Descrizione dei parametri SQL

ValidInstanceNames
 
Valore di default = eulanda*; SQLEXPRESS; MSSQL*

Specifica i nomi delle istanze del server validi per Eulanda. Per operazioni quali il ripristino del backup o la creazione di un nuovo client, vengono visualizzate solo le istanze appropriate.
Il segnaposto "*" è consentito. Diversi modelli di ricerca sono separati da punti e virgola

 

MAPPA

Qui si trovano le impostazioni globali per il trasferimento e-mail (API di Windows Mail).

Litigio

[MAPI]
AsyncSend=1

 

Descrizione dei parametri per la MAPI

AsyncSend

Valore di default = 1

Eulanda non viene bloccata quando viene inviata un'email.

asyncSend=0

Eulanda viene bloccata finché l'email non viene inviata. Questa impostazione può essere utile quando si invia con david®.

 

 

Parametri a riga di comando

EULANDA® può essere richiamato con i parametri della riga di comando. I seguenti parametri sono attualmente supportati.

 

-m
EULANDA -m "mustermann

" Chiama EULANDA con il parametro -m seguito dal nome del cliente per chiamare immediatamente il cliente senza il menu di avvio. Il nome del client corrisponde alla voce di menu del menu Start.
Piccolink

Questo parametro può essere combinato con il parametro -m, in modo da poter definire un collegamento che chiama un client specifico, incluso un server radio.

Esempio:
EULANDA -m "mustermann" - Piccolink
xml


Questa opzione integra il comando di avvio automatico nelle impostazioni e ha la precedenza sul nome del PC. L'avvio automatico tramite il parametro della riga di comando richiede che gli altri valori come la porta COM, ecc. siano impostati correttamente nelle impostazioni

"C:rogrammeULANDA Software GmbHulandaULANDA.exe" -m "mustermann" -xml "C:ulanda.xml
" Chiama EULANDA con il parametro -xml seguito dal nome del file. In questo modo viene avviata l'importazione automatica XML. Questo parametro della riga di comando funziona solo in abbinamento al parametro"-m" che specifica il nome del client. Questo avvia il client EULANDA e poi il modulo di importazione XML che importa il file XML.

Dopo l'importazione, EULANDA termina automaticamente. Il file originale viene rinominato salvando il nome tra parentesi con un numero sequenziale, ad esempio EULANDA.XML(2).XML ecc.

SPECCHI AVANZATI

Disponibile a partire da 3.0


EULANDA

- ANTICIPI - SPECCHI
Visualizza informazioni aggiuntive per alcuni errori del database. Si tratta principalmente di errori che consistono in diverse fasi e solo il primo messaggio, forse irrilevante, viene visualizzato in Eulanda.

Questa funzione dovrebbe essere attivata solo dopo aver consultato il Supporto, in quanto potrebbe causare la visualizzazione errata di altri errori.

 

 

Nomi ed estensioni dei file

Il sistema di gestione merci EULANDA® supporta file aggiuntivi. Possono estendere, configurare o migliorare il programma. Inoltre, sono disponibili formati proprietari di esportazione e importazione (specifici per l'utente) con estensioni di file di cinque lettere, ciascuno dei quali inizia con ".cn".

EULANDA® richiede solo un server Microsoft SQL installato sul PC locale, Intranet o Internet e un singolo file di programma, eulanda.exe, nonché il file UDL creato al primo avvio.

Anche se alcuni file della guida vengono installati durante l'installazione, contengono solo informazioni per funzioni avanzate come il file della guida alla documentazione online, il file del dizionario del correttore ortografico e così via.
 
 

Tabella per i nomi dei file

.adl
Default = eulanda.adl

Questo è il dizionario utente. Il file viene creato automaticamente, sia con il nome comune predefinito eulanda.adl, sia con il nome utente dell'utente connesso, non appena vengono aggiunte parole proprie al dizionario in un correttore ortografico.
.adm

Valore predefinito = eulanda.adm

Il file di dizionario ha il nome eulanda.adm. Ci sono circa 250.000 voci di parole. Il file dizionario è necessario solo se il correttore ortografico è attivato nel modulo di testo, ad es. nel modulo lettere.

.chm


Valore predefinito = eulanda.chm

Il file eulanda.chm è il file di aiuto per EULANDA®. Si tratta di un file in formato Guida HTML di Windows. Il file può essere caricato e aggiornato in qualsiasi momento via Internet.

.cnarpo
Tutte le stampe possono essere esportate in EULANDA® in un formato di archivio non modificabile. Questi file possono essere stampati in qualsiasi momento con EULANDA®, ma possono anche essere esportati in diversi formati.
.cnlnk

I file di collegamento con l'estensione ".cnlnk" contengono un collegamento a un record specifico di un determinato client. Facendo doppio clic su questo file di collegamento si apre in EULANDA® il modulo corrispondente (gestione indirizzi, gestione articoli, gestione ordini, ecc.) e si carica e visualizza il record di dati corrispondente al collegamento.

EULANDA® è in gran parte definito in sé. Il comportamento dei singoli campi, il controllo dei modelli di report, i sistemi informativi, le brevi informazioni HTML, gli script come JScript, VBScript, i menu, ecc. sono tutti definiti nel registro SQL.
 
.cnreg
 
Questo registro è un sistema separato che funziona in modo simile al registro del PC, ma che viene memorizzato nel server SQL.

Le aree del registro SQL possono essere esportate e importate. Questi file hanno l'estensione ".cnreg".
.cnrep

I modelli di report esportati hanno l'estensione ".cnrep". Il formato è sempre compatibile verso l'alto. In questo modo è possibile importare un modello di rapporto esportato da EULANDA® versione 6.0 nella versione 6.5. Se non diversamente specificato, solo la metà di una versione è garantita per essere compatibile. Ciò significa che nessun modulo della versione 7.0 può essere importato nella versione 6.0. Le versioni precedenti dei moduli devono essere importate nella versione intermedia successiva, aperte, salvate ed esportate.

.cnskn
Il tipo di layout può essere modificato tramite file skin. Per questo EULANDA® supporta il formato file ".cnskn". I file skin possono usare il nome del programma come nome file o possono essere specificati nel file di configurazione eulanda.ini.
.exe
Default = eulanda.exe

Il programma principale si chiama eulanda.exe. In una cartella di programma possono esistere in parallelo diverse versioni di programma, in questo caso è sufficiente rinominare le diverse versioni con altri nomi EXE come "eulanda60.exe".
.htm
Valore predefinito = eulanda.htm La pagina EULANDA® , visualizzata all'avvio del programma tramite il modulo "Home", può essere sostituita dal salvataggio di un proprio file htm nella cartella del programma EULANDA® .
.html
vedi

htm
.ini Valore predefinito = eulanda.ini Il programma può essere configurato da un client all'altro tramite il file eulanda.ini. Il file è necessario solo in casi eccezionali e non è necessario per il normale funzionamento.
.mht
A differenza dei file htm o html, un file mht contiene anche informazioni sull'immagine. Con la funzione "Salva con nome" è possibile creare un file mht tramite Internet Explorer.
 
.udl

Valore predefinito = eulanda_1 .udl

Il file udl è gestito dal sistema operativo. Contiene informazioni sull'accesso al database. Ciò include informazioni quali il nome del driver per accedere al server SQL, il numero IP o il nome del PC che esegue il server SQL, il nome utente e la password per aprire il database, il nome del database e varie impostazioni opzionali.

Il file udl ha una dimensione di circa 1 KB e viene creato automaticamente alla prima messa in servizio, dopo che EULANDA® ha richiesto le informazioni per la creazione del client.