Documentazione
torna al sito web >

Articoli (Impostazioni)

Impostazioni articolo

Importazione Datanorm

Conti delle entrate

Il termine "conto delle entrate" deriva dalla contabilità finanziaria.

Se si desidera trasferire automaticamente le fatture - ad es. tramite l'interfaccia opzionale DATEV - alla contabilità finanziaria o al consulente fiscale, è necessario impostare i conti delle entrate in questa pagina di impostazione.

Il consulente fiscale o l'ufficio contabile stabiliscono di norma i conti delle entrate da utilizzare. Chiedetelo a questo proposito.

Nella pratica viene spesso utilizzato il piano contabile standard DATEV 03, dal quale vengono poi utilizzati solo i seguenti conti delle entrate:

ContoTesto
8400Ricavi 19%
8120Fatturato esente da imposta §4 No. 1a UStG
8125Consegne intracomunitarie esenti da imposta § 4 No. 1b UStG

Se il vostro consulente fiscale richiede solo questi tre conti, potete creare i conti delle entrate come descritto nel "Caso A" e non dovete necessariamente leggere il resto della pagina. Se vendete anche articoli con il 7%, potete procedere come descritto in "Caso B".

Impostazioni per i conti delle entrate

Come per i gruppi IVA, anche i conti delle entrate sono collegati alla voce tramite gruppi. Per evitare confusioni con future modifiche dei conti delle entrate, i gruppi devono essere numerati consecutivamente, iniziando da uno.

Per mantenere un elevato grado di flessibilità nel controllo dei conti, Eulanda dispone di due strutture: gruppi di ricavi (relativi agli articoli e agli articoli) e sistemi di ricavi (relativi ai clienti e agli ordini). Il rispettivo conto delle entrate viene quindi determinato automaticamente in base ad entrambe le specifiche al momento del trasferimento dei rendiconti finanziari. È necessario definire il conto corrispondente per ogni combinazione di gruppo di entrate e schema nelle impostazioni. Inoltre, il regime delle entrate è di norma determinato automaticamente da Eulanda per ogni ordine, in base al paese e all'esistenza o meno di un numero di partita IVA.

A seconda che si tratti di una fattura nazionale o estera UE o di una fattura a un cliente non UE, EULANDA determina il regime di entrate corretto. All'atto del trasferimento dei rendiconti finanziari, EULANDA esamina il pertinente schema delle entrate e trasferisce alla contabilità finanziaria il conto delle entrate adatto al gruppo delle entrate.

Solo nel caso di lavori effettuati all'estero, di auto-raccolte dall'estero, di attività offshore o di altre attività specializzate, può essere necessario non utilizzare il sistema automatico in singoli casi. Questo viene poi memorizzato nella anagrafica clienti nell'area "Condizioni".

Gruppi di entrate

  • Gli articoli sono suddivisi in diverse categorie di entrate secondo gruppi di entrate. Se i ricavi non devono essere distribuiti (mancata contabilizzazione o gestione), è sufficiente un unico gruppo di ricavi.
  • Se gli articoli sono venduti con aliquote IVA diverse, dovrete ancora creare diversi gruppi di entrate per la maggior parte delle FIBU. Alcune FIBU ripartiscono inoltre le entrate in modo indipendente, sulla base dei conti IVA.
  • La specificazione del gruppo di ricavi dell'articolo viene copiata nell'articolo al momento della creazione dell'offerta o dell'ordine. E può essere cambiato se necessario. A tale scopo, sulla maschera di posizione è disponibile un campo di selezione corrispondente. Questa impostazione viene quindi copiata dal preventivo dopo l'ordine dopo la fattura. Ciò chiarisce anche che una successiva modifica dei gruppi di entrate dell'articolo non ha alcuna influenza sulle operazioni esistenti.

Regimi di entrate

  • Gli schemi dei ricavi sono predefiniti da EULANDA® e non possono essere creati manualmente.
  • Lo schema dei ricavi viene memorizzato per ogni transazione (offerta, ordine, fattura) o determinato automaticamente da Eulanda. Il regime delle entrate è strettamente collegato a quello dell'IVA. Se il "regime IVA" non è impostato automaticamente nel registro del cliente, viene sempre utilizzato il regime delle entrate corrispondente. In caso contrario si applicano le seguenti regole:
    • vendite sul mercato interno e accettazione del sistema "nazionale
    • Le vendite nell'UE a clienti finali (la caratteristica è che non esiste un'identificazione IVA) sono trattate come vendite sul mercato interno.
    • Le vendite nell'UE con partita IVA sono soggette al regime "Unione europea (esente da imposte)".
    • Le vendite al di fuori dell'UE beneficiano del regime "extraeuropeo (esente da imposte)
  • Per testare il sistema automatico, è sufficiente creare un'offerta per un indirizzo tedesco. Quindi, ad esempio, cambiare il paese in USA e salvare l'intestazione. Il regime delle entrate e anche il regime dell'IVA cambiano immediatamente di valore.
  • Tuttavia, il sistema automatico può anche essere spento per ogni processo. Potrete quindi scegliere liberamente la struttura dei ricavi. Ad esempio, nel settore delle costruzioni esistono linee guida secondo cui, in determinate circostanze, anche le vendite nazionali sono esenti da imposte, ecc.
    Per disattivare il regime, rimuovere il segno di spunta "Auto" accanto alla casella di
    selezione "Regime delle entrate". Nel raro caso in cui il paese di fatturazione e il paese di consegna siano diversi, può essere necessario impostare lo schema manualmente.

Caso A

Se il consulente fiscale o il servizio contabilità prevede che solo il 19% della merce viene venduta, eventualmente anche all'estero. Non è richiesta un'ulteriore disaggregazione delle entrate, ossia non è richiesta l'IVA al 7%.

Devono essere utilizzati i seguenti conti:

ContoTesto
8400Ricavi 19%
8120Fatturato esente da imposta §4 No. 1a UStG
8125Consegne intracomunitarie esenti da imposta § 4 No. 1b UStG

Creare i conti delle entrate in EULANDA® come descritto di seguito. Il riconoscimento tra la Svizzera e l'estero viene poi effettuato automaticamente da EULANDA© in base al codice del paese e alla partita IVA.

  1. Creare un singolo gruppo di ricavi (utilizzando il pulsante "Nuovo gruppo di ricavi"). Inserisci il numero 1 e chiama questi "ricavi standard 19%".
  2. Ora nella tabella a destra dovrebbe essere visualizzata una singola riga, come mostrato sopra sullo schermo. Solo se si dispone di un conto ricavi, è ancora necessario inserire un"1" al momento.
  3. Fare clic su "Residente" nel campo di selezione "Regime delle entrate" e fare clic con il mouse nella tabella del campo "Conto delle entrate". Immettere"8400" (senza virgolette). Cliccare ora sul pulsante "Salva" in fondo alla finestra.
  4. Ora cliccate sul regime di entrate "Unione europea (esente da imposte)" e registrate il conto "8125" come nella fase precedente.
  5. Procedere di conseguenza con il regime delle entrate "Non Unione europea (esente da imposte)" e con il conto delle entrate 8120
  6. Come misura di sicurezza, impostare il conto ricavi su"0" per tutti gli altri schemi di reddito visualizzati. Se si utilizzano regimi di entrate non corretti a causa di registrazioni errate, al più tardi al momento del trasferimento dei rendiconti finanziari viene visualizzato un messaggio di errore che può essere corretto.

Se sono già stati creati e utilizzati altri gruppi di entrate, gli articoli corrispondenti devono essere modificati. Troverete anche uno script SQL per questo nel forum dell'utente. Se non si desidera effettuare i gruppi di entrate manualmente per tutti gli articoli, potrebbe essere necessario contattare il vostro rivenditore o il servizio di assistenza per il quale viene effettuato un addebito.

Caso B

Se il consulente fiscale o l'ufficio contabilità prevede che la merce venga venduta sia al 19% che al 7% dell'IVA, eventualmente anche all'estero. Tuttavia, non è richiesta un'ulteriore disaggregazione dei ricavi in componenti di ricavo. Devono essere utilizzati i seguenti conti:

ContoTesto
8400Ricavi 19% IVA
8300Ricavi 7% IVA
8120Fatturato esente da imposta §4 No. 1a UStG
8125Consegne intracomunitarie esenti da imposta § 4 No. 1b UStG
  1. In primo luogo, impostare tutti esattamente come descritto nel caso A
  2. Per gli articoli con un'aliquota IVA ridotta del 7%, è necessario un secondo gruppo di entrate. Cliccare di nuovo sul pulsante "Nuovo fatturato". Dategli il numero 2 e chiamatelo "reddito standard 7%".
  3. Ora dobbiamo nuovamente registrare i conti delle entrate nei singoli schemi. Ciò funziona come nel caso A, ad eccezione del fatto che sulla destra della tabella sono sempre presenti due righe (una per il gruppo 1 con il 19% e l'altra per il gruppo 2 con il 7%). Cliccare sullo schema "Domestic" e inserire il valore "8300" per il conto delle entrate nella riga con il gruppo di entrate 2.
  4. Per i regimi di entrate "Unione europea (esente da imposte)" e "Unione non europea (esente da imposte)", inserire gli stessi valori del regime di entrate n. 1. Poiché in questo caso non viene riscossa l'IVA, non è necessario depositare un conto separato.

Numeri di identificazione - SN/Batch

Pagina delle impostazioni - Numeri di identificazione (SN/batch)

Consentire l'inserimento di numeri di serie temporanei

Se l'opzione è attivata, al ricevimento della merce è possibile decidere se inserire il numero di serie reale o se assegnare un numero di serie provvisorio a Eulanda. Quest'ultimo può essere ottenuto selezionando il pulsante "Temporary" nella finestra di dialogo "Stock Details" (Dettagli stock):

Eulanda assegna poi automaticamente un numero di serie composto dall'abbreviazione "PRE", dalla data corrente e da un numero progressivo.

I numeri d'ordine provvisori devono essere identificati al momento dell'emissione delle merci.

I numeri di serie preliminari vengono visualizzati in turchese nella finestra di dialogo del magazzino. Quando viene selezionato tale numero, all'utente viene richiesto di immettere il numero corretto.

Se l'opzione è disattivata, è possibile saltare la voce premendo il pulsante "Lasciare l'anonimato".

I numeri di serie e di lotto possono essere modificati nella finestra di dialogo di pubblicazione del magazzino

Se l'opzione è attivata, è possibile modificare i numeri di serie nella finestra di dialogo del magazzino. A tale scopo, fare clic con il tasto destro del mouse sul numero di serie corrispondente nell'area "Disponibile sul conto magazzino xxxx" e selezionare la voce "Modifica numero ID".

Visualizzazione di numeri alternativi nella finestra di dialogo del magazzino

Consente di visualizzare un secondo campo di immissione nella finestra di dialogo del magazzino. Qui è possibile immettere un numero aggiuntivo (alternativo). Questa informazione viene memorizzata come informazione aggiuntiva al numero di serie effettivo. Non è necessario che sia un numero di serie nel vero senso della parola. Invece, ad esempio, è possibile memorizzare semplicemente informazioni aggiuntive, come lo stato del dispositivo o simili.

Immagine

Magazzino

Definire magazzino

Con questa impostazione è possibile determinare se il saldo del conto del magazzino può diventare negativo. In questa voce di menu è possibile modificare i conti esistenti.

Se si desidera una gestione rigorosa del magazzino, non dovrebbero essere consentite quantità negative.

Contumacia

Se esistono già scorte negative, si verifica automaticamente un conflitto con questa opzione. Se in precedenza tutti i magazzini erano mantenuti con scorte positive, di norma è possibile passare a una gestione dei conti con un'autorizzazione negativa senza conflitti.

Ricevimento automatico della merce

Se le azioni sono negative e si desidera lavorare con una gestione rigorosa delle azioni in futuro, questa opzione è quella giusta. Per tutte le giacenze negative di magazzino, il conto di magazzino viene sdoganato con una ricevuta interna della merce fino a 0. I magazzini con stock positivo rimangono inalterati.

Solo set standard

Questa opzione non modifica il modo in cui vengono gestiti i magazzini esistenti. Viene impostato solo il valore predefinito per i nuovi magazzini. Gli elementi creati di recente vengono aggiunti a un account di magazzino in base ai valori predefiniti.

Gruppi

Definire unità di misura

Con queste impostazioni è possibile creare e gestire unità di misura. Sono quindi disponibili nella casella di selezione del master articolo.

Le unità di misura utilizzate nel master articolo non possono essere cancellate.

IVA

Le aliquote IVA sono attribuite agli articoli tramite gruppi IVA. In questo modo è possibile effettuare le registrazioni a livello centrale per le modifiche fiscali. Oltre all'aliquota d'imposta, è possibile assegnare un conto finanziario a un gruppo IVA. Di norma ciò non è necessario per un trasferimento DATEV, in quanto DATEV crea i conti delle entrate come conti automatici per impostazione predefinita, ed è sufficiente specificare l'importo lordo delle entrate.

Creare gruppi IVA

Le voci possono essere inserite al netto o al lordo al momento dell'inserimento dei prezzi. Questa è una caratteristica di ogni singolo articolo.

Questa schermata fornisce una panoramica della distribuzione dei prezzi esatti netti o lordi.

In caso di modifica dell'aliquota d'imposta, è necessario ricalcolare la matrice dell'articolo. È possibile utilizzare le opzioni per determinare come eseguire questa operazione.

Per il trasferimento alla contabilità finanziaria o alla DATEV è necessario specificare il conto IVA.

Opzioni per la stampa dei testi delle fatture

Qui è possibile impostare dove visualizzare il testo della nota di controllo. È possibile impostarlo prima o dopo le condizioni di pagamento.

Testo della nota

Adeguamento IVA

Adeguamento IVA

Mantenere prezzi accurati

Questa opzione tiene conto della caratteristica del rispettivo articolo e ricalcola gli articoli in esercizio misto in caso di modifica dell'imposta. Con i prezzi precedentemente netti, rimangono i prezzi netti e viene aggiornato solo il prezzo lordo; con i prezzi lordi, il prezzo netto viene adeguato.

Mantenere i prezzi netti

Indipendentemente dalla caratteristica dell'articolo, vengono mantenuti tutti i prezzi netti del gruppo fiscale e viene ricalcolato solo il prezzo lordo.

Mantenere i prezzi lordi

In questo caso vengono mantenuti i prezzi lordi esistenti e i prezzi netti vengono ricalcolati a causa della modifica fiscale.

Unità d'imballaggio

In questo punto è possibile definire diverse unità di imballaggio per l'acquisto, la visualizzazione e l'elaborazione degli articoli nell'ordine, nell'offerta e nell'ordine.

Impostazioni per CE

CE Deviante

Nel primo punto, è possibile inserire diverse unità di imballaggio per l'acquisto.
In questo caso per la voce "doccia per tubi flessibili" è stata immessa un'unità di confezionamento EK (EK-VE) di "5". Di conseguenza, negli ordini 1 PU corrisponde a 5 articoli.

VE in ordini

La seconda voce visualizza un campo in cui è possibile immettere il CE richiesto nell'ordine di acquisto.
Il gruppo di imballaggio può essere visualizzato nella proposta d'ordine al punto 3. Con questa funzione, tutte le quantità nell'elenco delle proposte d'ordine si basano sulla successiva unità d'imballaggio.

VE in ordine e offrire

Al punto 4 è possibile visualizzare e inserire l'unità di confezionamento negli articoli dell'ordine e del preventivo.

CE per articoli

L'unità di imballaggio può essere impostata al di sotto di cinque negli articoli dell'ordine.

Liste di riserva

liste di riserva

Questa pagina di impostazione viene utilizzata per definire i valori predefiniti da applicare alle distinte materiali di nuova creazione. Questi valori corrispondono ai valori corrispondenti nella scheda "Calculation" della finestra di dialogo BOM.

Inoltre, è possibile influenzare troppo globalmente il calcolo dei prezzi. Ciò significa che questa impostazione influisce su tutte le distinte materiali esistenti e future.

Listini

I listini prezzi offrono un elevato grado di flessibilità nella determinazione dei prezzi. Il numero di listini non è limitato. Ogni listino prezzi può contenere un numero a piacere di articoli e per ogni prezzo può essere memorizzato un numero a piacere di prezzi graduati.

Listini

Queste impostazioni consentono di creare solo i dati dell'intestazione per i listini prezzi. I prezzi vengono poi creati dal master articolo nel menu "Avanzate". Le bilance vengono poi anche memorizzate lì.

Il listino prezzi "Standard" viene creato automaticamente durante l'installazione.

Valuta

Per impostazione predefinita, un listino prezzi si basa sulla valuta principale della vostra azienda, di solito l'EUR in Europa. Tuttavia, il codice valuta internazionale EUR è specificato qui invece di EUR. Naturalmente gli importi possono essere stampati con €, se lo si desidera, tramite una tabella di conversione.

Prezzi lordi

Consente di stabilire se i prezzi devono essere registrati al netto o al lordo. Questa impostazione è indipendente da quella utilizzata nei dati anagrafici dell'articolo.

In questo modo, ad esempio, è possibile gestire i listini prezzi lordi per gli utenti finali e i listini prezzi netti per i rivenditori.

Info

Questo è un campo di commenti.

Gruppi di sconti e clienti (RG/KG)

È possibile assegnare gruppi di sconti a ciascun articolo e gruppi di clienti a ciascun cliente.

Definire RG/KG

Solo dopo che i gruppi sono stati definiti in queste impostazioni possono essere utilizzati in articoli e clienti. Questi gruppi possono essere utilizzati direttamente per valutazioni statistiche.

Se si desidera utilizzare i gruppi per un'assegnazione di sconti, è possibile combinare tutti i gruppi e memorizzare un valore di sconto. Questo sconto viene utilizzato come sconto di posizione in preventivi e ordini.

Per impostare un collegamento, selezionare il gruppo di prodotti nella colonna di sinistra e il gruppo di clienti nella colonna di destra. Se la combinazione desiderata è contrassegnata, è possibile impostare lo sconto di posizione con il pulsante "+ Nuovo". La modifica viene quindi salvata con il pulsante "Applica".

In questo modo è possibile combinare un numero illimitato di gruppi di sconto con un numero illimitato di gruppi di clienti.

Una scorciatoia può essere rimossa facendo clic sul pulsante "Cancella" in basso.

È possibile aggiungere nuovi gruppi di sconto facendo clic sul pulsante "Inserisci" nell'area in alto, lo stesso vale per i gruppi di clienti sul lato destro.

Se un gruppo di sconti non viene più utilizzato in un articolo o elemento, è possibile eliminarlo facendo clic sul pulsante "Elimina" situato nella parte superiore. Lo stesso vale per i gruppi di clienti a destra.

Gruppi di stoccaggio

I gruppi di cuscinetti fanno parte del modulo multi-cuscinetto opzionale.

Creazione di gruppi di memorizzazione

Creazione di un gruppo di storage

Di regola, viene creato un nuovo gruppo di storage per controllare una posizione di storage aggiuntiva. In questo caso, il nuovo account di magazzino deve essere creato prima in "Magazzino" -> "Account di magazzino". Il numero del conto deve essere nell'intervallo di quattro cifre migliaia, ad esempio 1101, 1102, ecc.

Per creare un nuovo gruppo di archiviazione, copiare prima un gruppo esistente. A tale scopo selezionare il gruppo da copiare dall'elenco di selezione "Gruppi di salvataggio" sul lato sinistro della finestra (ad es. gruppo di salvataggio 1 - standard). Quindi fare clic sul pulsante "Copia...". Immettere ora un numero libero per il nuovo gruppo di magazzini.

Nel campo d'immissione "Descrizione" immettere ora una descrizione per il nuovo gruppo di memorizzazione.

Finora il nuovo gruppo di cuscinetti è una copia identica del gruppo di cuscinetti originale. Ciò significa che vengono utilizzati gli stessi conti di magazzino. Sul lato destro si trova un elenco di tutti i tipi di memoria esistenti. La colonna "Account" è evidenziata in giallo. Ciò significa che questa colonna è modificabile. Modificare tutti i conti impostati su "1000" nel conto di magazzino creato nel primo passaggio (ad es."1101").

Ricevimento merce

Al ricevimento della merce è possibile stabilire come procedere con l'immissione del prezzo di acquisto.

Azioni da eseguire quando si immette una ricevuta di merci

Nessuna variazione di patrimonio netto al ricevimento della merce

In questo caso, al momento del ricevimento della merce, la quota di partecipazione al capitale dell'ordinante rimane invariata.

Trasferimento EK

Il patrimonio netto iscritto al ricevimento della merce sovrascrive il patrimonio netto del capogruppo. Tuttavia, se si immette il valore di 0,00 al ricevimento della merce, il trasferimento viene ignorato.

Mista EK da stock corrente e ricevuta di merce

Il capitale proprio del capogruppo è misto con il capitale proprio iscritto al momento del ricevimento del bene. Il sistema valuta quanti pezzi sono in magazzino per la EK specificata e quanti sono stati aggiunti alla nuova EK al momento del ricevimento della merce. Questa impostazione è detta anche EK media o EK tagliata.

Modello

Se nel magazzino sono presenti 10 articoli da 2 euro ciascuno e 5 articoli da 3 euro, la nuova EK mista è formata come segue:

10x2 = 20 EUR valore delle azioni

5x3=15 EUR=Nuovo valore di acquisizione

Si ottiene un nuovo valore delle scorte di 35 EUR con una quantità totale di 15 pezzi. Il capitale proprio è quindi costituito di recente da 35/15=2,33 EUR.

Il nuovo capitale è pertanto ponderato.

Categorie prodotto

Creazione di categorie di merci

Con queste impostazioni è possibile creare e gestire categorie di merci. Essi sono presi in considerazione nelle statistiche. Le categorie di merce possono essere rimosse solo se non vengono utilizzate da alcun articolo.